Ven.png

Tempo Libero

Categoria: Cucina
Pubblicato Giovedì, 09 Maggio 2013

La minestra primaverile del Cilento: taddi e fave

Scritto da Debora Belmonte

Piatto povero tipico della cucina campana

Debora Belmonte giovedì 9 maggio 2013
Anche se la primavera sembra tardare ad arrivare le verdure tipiche di questo periodo hanno, invece, già fatto il loro ingresso trionfale sulle nostre tavole. Uno di questi è proprio la fava, legume che accompagna gite fuori porta e feste di primavera. Oggi lo conosceremo meglio con questa ricetta tipica campana: taddi e fave che unisce le verdure, i taddi o talli, ossia germogli di scarola o cicoria, ai legumi, le fave.

Storia

L'unione verdura-legumi è un alimentazione praticata nell'antichità, specie nelle classi a redditi più bassi che costituivano una combinazione idonea per assicurarsi un equilibrio ottimale. Per questa ricetta vengono uniti all'apparato nutrizionale delle verdure i legumi, come fonti proteiche.

Valori nutrizionali

La minestra di taddi e fave ha un apporto calorico di circa 442 Kcal per porzione.

Ricetta

Ingredienti: 400 gr di fave, 600 gr di talli di cicoria o scarola, 2 cipolle, 4 cucchiai di olio d'oliva , sale e pepe.

Preparazione: tagliare in modo grossolano i talli e farli rosolare in olio d'oliva insieme alle cipolle. Aggiungere dell'acqua o un leggero brodo vegetale, salare il tutto e lasciare continuare la cottura facendo bollire.
Visto il breve tempo di cottura delle fave fresche si aggiungono nel corso dell'ebollizione, quando la cottura dei talli è vicina alla fine: le fave dovranno essere private in anticipo del picciolo duro, ma non dovranno essere estratte dalla loro pellicola tenera.
La minestra si consuma calda o tiepida, con l'aggiunta di un filo di olio d'oliva crudo. Il tutto si consuma intingendo nel brodo il pane tostato o biscottato.

Share on Facebook
Categoria: Lo Sport
Pubblicato Lunedì, 06 Maggio 2013

La Juve vince lo scudetto

Battendo il Palermo si laurea "Campione d'Italia"

Redazione Dubidoo lunedì 6 maggio 2013
E' festa grande a Torino per il nuovo scudetto della Juventus. La società bianconera ha vinto il titolo di campione d'Italia di calcio con qualche giornata d'anticipo rispetto alla fine del campionato. Si tratta, per i tifosi, dello scudetto numero 31 ma ufficialmente è il 29esimo perché due gliene sono stati tolti a causa del caso Calciopoli.

Lo scudetto è arrivato con l'ottava vittoria consecutiva della squadra di Antonio Conte con un 1-0 inflitto in casa al Palermo, con gol di Arturo Vidal su calcio di rigore (c'era stata una spinta di Donati a Vucinic).

Diversi i caroselli dei tifosi a Torino e in tutta Italia. Sul campo dello Juventus Stadium anche uno scudetto gigante con il "contestato" numero 31.


Share on Facebook
Categoria: Eventi
Pubblicato Mercoledì, 24 Aprile 2013

Grosseto, festa grande per i diritti umani

Il Comune, con Unicef e Dubidoo, inaugura così il Madonnino

Redazione Dubidoo mercoledì 24 aprile 2013
Una pergamena per il riconoscimento della cittadinanza onoraria ai bambini nati in Italia da genitori stranieri. E' questo il segno tangibile dell'impegno dell'Amministrazione comunale di Grosseto in tema di diritti negati, che il Sindaco Bonifazi ha voluto portare questa mattina all'incontro organizzato da Dubidoo.it, primo quotidiano on line per ragazzi, e da Unicef Grosseto a margine dell'inaugurazione della Fiera del Madonnino. L'iniziativa è stata organizzata con il sostegno di Latte Maremma e Acquedotto del Fiora e si è svolta di fronte a numerosi studenti della scuola Pascoli impegnati con molte altre scuole e con gli sponsor nella raccolta di fondi per Unicef.

L'incontro di oggi segue quello del 20 novembre scorso nella sala consiliare del Comune, in occasione dell'anniversario della firma della Convenzione sui diritti dell'infanzia approvata nel 1989 e ratificata dall'Italia due anni dopo. In quell'incontro di fine 2012 l'Unicef di Grosseto lanciò "l'adozione" di 10 diritti negati all'infanzia. L'assessore comunale alle Politiche sociali, Luca Ceccarelli, adottò il "diritto all'istruzione", mentre il Sindaco il "diritto alla cittadinanza". Nei giorni successivi venne infatti presentata e approvata in Consiglio comunale una mozione per il "riconoscimento della cittadinanza onoraria a tutte le bambine ed i bambini nati in Italia da genitori immigrati". Questa mattina la pergamena è stata simbolicamente consegnata ad una bambina nata da genitori stranieri e che era presente all'iniziativa con i suoi compagni di classe.

"Ho già detto in passato che la cittadinanza per i bambini che nascono e vivono in Italia è una questione di civiltà – ha spiegato il Sindaco Bonifazi – e dopo l'approvazione in Consiglio del riconoscimento della cittadinanza onoraria in assenza di una legge che consenta un riconoscimento effettivo, ho pensato di allegare questa pergamena al biglietto di auguri che tradizionalmente faccio inviare per ogni nuovo nato in città. E' solo un segnale ma da qualche parte, per rivendicare un diritto, bisogna pure partire".
Anche secondo l'assessore Ceccarelli: "abbiamo il dovere di sensibilizzare l'opinione pubblica, perché negare a decine di milioni di bambini nel mondo la cittadinanza, l'istruzione e tanti altri diritti tra quelli elencati in questa iniziativa da Unicef, è semplicemente inaccettabile".

Share on Facebook
Categoria: Il Cinema
Pubblicato Lunedì, 15 Aprile 2013

Oblivion: 60 anni fa alieni attaccarono la Terra

Il ritorno alla fantascienza di Tom Cruise

Federico Pandolfi lunedì 15 aprile 2013
Sono passati sessant'anni da quando una razza aliena ha attaccato la terra. L'umanità ha vinto, dovendo pagare però un prezzo altissimo: l'utilizzo delle armi nucleari e la distruzione della luna hanno causato devastazioni tali da costringere i sopravvissuti a trasferiti su Titano. Fondamentale per la loro sopravvivenza è l'energia ricavata dall'acqua marina terrestre tramite enormi trivelle che necessitano di continua protezione da parte di droni spaziali, visto che sul pianeta sono ancora presenti frange di alieni combattivi. Jack non ricorda nulla del suo passato ed è rimasto sulla terra con lo scopo di controllare i droni e ripararli: quando una navicella spaziale precipita con a bordo degli umani, le sue certezze cominciano a vacillare...


Share on Facebook
Categoria: La Tv o il Web?
Pubblicato Martedì, 09 Aprile 2013

Violetta in onda anche su Rai Gulp

Scritto da Francesco Torre

La serie per teenagers al centro anche di un evento a maggio

Francesco Torre martedì 9 aprile 2013
E' primavera e arriva "Violetta" su Rai Gulp. La famosa e fortunatissima serie Disney seguita da milioni di adolescenti in tutto il mondo è ora in programmazione anche sui canali Rai. Dall' 8 aprile - dal lunedì al venerdì - la serie racconta di un'adolescente che torna a Buenos Aires, sua città natale, dopo aver soggiornato per qualche anno in Europa. Amicizia, amore, passione per la musica e - insieme - la scoperta di quanto sia difficile crescere sono gli ingredienti.
Quella in programma sulla Rai è la prima stagione, andata in onda su Disney Channel ed ora disponibile anche in chiaro su digitale terrestre, mentre la seconda serie dovrebbe arrivare in Italia a giugno, però solo sul canale disneyano. Violetta è interpretata dalla giovane attrice argentina Martina Stoessel.
Le puntate in onda sulla Rai sono di ottanta della durata di quarantacinque minuti ciascuna. Frattanto in Italia "Violetta" arriva al cinema con un evento unico in programma il 18 e 19 maggio. Durante "Violetta - L'Evento" si potrà partecipare attivamente allo spettacolo, rispondendo a quiz sui personaggi, ballare e cantare. Annunciata anche l'anteprima del primo episodio della nuova stagione di Violetta.

Share on Facebook
Categoria: I Videogiochi
Pubblicato Lunedì, 08 Aprile 2013

Chiusa LucasArts, produceva i videogame Star Wars

Scritto da Francesco Torre

Giallo sull'ultimo gioco: esiste il trailer, ma uscirà?

Francesco Torre lunedì 8 aprile 2013
LucasArts chiude i battenti. La casa di proprietà della Disney smette di realizzare direttamente videogiochi. L'annuncio è stato dato Miles Perkins, un portavoce della Lucasfilm. Non cesseranno di esser venduti videogames con il marchio dell'azienda fondata nel 1982 da George Lucas, il papà di "Guerre Stellari", ma saranno prodotti da sviluppatori esterni. Questo sarà probabilmnente il destino dell'atteso Star Wars 1313, il cui sviluppo è stato sospeso e sarà probabilmente affidato ad altri. Del gioco progettato per PC, PlayStation 3 and Xbox 360 resta solo il trailer, ma che il videogame possa esser realmente messo in vendita non è affatto confermato.

Il titolo più celebre della LucasArts (voce su Wikipedia) è The Secret of Monkey Island, ma tra i prodotti con cui hanno giocato in migliaia di appassionati c'è la serie di Indiana Jones per pc e i giochi di Star Wars, ultimo dei quali The Clone Wars, serie per le quali esistono le "repliche" in formato Lego. Disney aveva comprato la LucasArts lo scorso dicembre.
Tra le conseguenze "curiose" della fine di LucasArts, quella scelta dagli sviluppatori di Raven Software, la squadra di programmatori che nel 2002 realizzò Star Wars Jedi Knight II: Jedi Outcast e nel 2003 Star Wars Jedi Knight: Jedi Academy. I codici sorgente, in pratica le istruzioni di programmazione non compilate, sono stati resi pubblici e "regalati" per studio ed esercizio alla comunità degli smanettoni della programmazione. Insomma possono essere scaricati da SourceForge quelli di chi vuol vedere sotto il cofano e imparare a programmare sparatutto in prima persona Jedi Academy (qui il codice) e Jedi Outcast (qui il codice). Ovviamente bisogna possedere buone nozioni di programmazione per farlo.

Share on Facebook
FacebookTwitterRSS Feed

Sostieni Dubidoo. Dona almeno 10€

Importo:   EUR

Dubicook su Faceb

DUBIDOO è una testata giornalistica ed un marchio regolarmente registrati - iscrizione al roc n°20112 - direttore responsabile: giampiero valenza
DUBIDOO è proprietà di magazzinidelcaos editori via di siena,14 castiglione della pescaia - loc. buriano [gr]
p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -