Imparare

Categoria: Alimentazione
Pubblicato Mercoledì, 13 Novembre 2013

Salute, in Italia obeso un bimbo su 10

Rapporto Okkio alla salute: è sovrappeso il 22,2%

Redazione Dubidoo martedì 12 novembre 2013
Più di un bimbo su dieci, in Italia, è obeso. E' il risultato del rapporto "Okkio alla salute" realizzato dal MInistero della Salute nelle scuole italiane. Secondo l'indagine, il 22,2 per cento dei bambini è sovrappeso (quindi ha un peso superiore alla normalità), mentre l'11% è obeso (ha un peso eccessivamente superiore alla normalità).

Come si vede se si è obesi o sovrappesi?
E' una questione di ciccia, direbbe qualcuno. Si vede l'Indice di massa corporea: è un calcolo che si fa tra altezza e peso della persona. Il valore che ne esce fa capire in quale stato si è.

Cosa comporta essere obesi o sovrappesi?
Non è tutta una questione estetica. Avere più grasso nel corpo vuol dire anche aumentare il rischio di alcune malattie, come quelle cardiovascolari.

Share on Facebook
Categoria: Ambiente
Pubblicato Martedì, 12 Novembre 2013

La desertificazione della Cina: anche Pechino a rischio

Scritto da Giorgio Marota

Da nord i venti del deserto avanzano incontrastati

Giorgio Marota mercoledì 13 novembre 2013
deserto 04Una gigantesca tempesta di sabbia sta spazzando via l'entroterra cinese. Questo è il grande problema che la Cina sta affrontando con urgenza. Dall'interno della Mongolia infatti (a nord della Cina) si originano delle tempeste di sabbia nate dai venti del deserto, che avanzano senza sosta.

Un deserto che in Cina avanza di circa 25 chilometri all'anno. Non c'è da sorprendersi dunque, se già molte persone hanno abbandonato i loro villaggi. Di questo passo, entro 100 anni Pechino, una delle maggiori città cinesi, diventerà a sua volta un grande deserto.

Da dove nasce il fenomeno?
Fino a 50 anni fa, gli abitanti della metropoli cinese assistivano a una o due tempeste annuali. Ora se ne calcolano circa una trentina ogni primavera. La mano dell'uomo ha le sue responsabilità in tutto questo: il bestiame col passare degli anni ha mangiato le piante dei terreni più impoveriti, che facevano da protezione contro l'avanzata del deserto. Alberi e piante infatti danno consistenza al suolo.

Il governo in qualche modo si è mosso per attenuare il problema, creando una vera e propria muraglia composta da 5000 km di alberi a protezione della città. Solamente il 25% di questi però potrà sopravvivere, a causa della scarsità di acqua e della povertà di un terreno già troppo sfruttato.

Share on Facebook
Categoria: Curiosità
Pubblicato Martedì, 12 Novembre 2013

Un terremoto accorcia la giornata

Lo spostamento dell'asse terrestre influisce anche sul meteo

Redazione Dubidoo martedì 12 novembre 2013
inclinazione-asse-terrestreIl clima è influenzato anche dalla posizione dell'asse terrestre e il suo spostamento incide sul tempo che farà. A farlo muovere possono essere sia meteoriti che dallo spazio cadono sulla Terra sia i disastrosi terremoti che scuotono la superficie del pianeta. A queste cause dobbiamo aggiungere il naturale fenomeno di oscillazione dell'asse che in un periodo di 40mila anni ne varia l'inclinazione dai 24°36' ai 21°58'. 

Si calcola che il sisma che ha colpito il Giappone nel marzo del 2011 abbia fatto fare un "sobbalzo" alla rotazione terrestre spostando i poli di 10 centimetri e accorciando le giornate di 1,6 microsecondi. Ma già l'anno prima con il terremoto del Cile si era registrato un altro movimento di 8 centimetri. In pratica se consideriamo un periodo di tempo di 7 anni, partendo dal catastrofico tsunami dell'oceano indiano del 2004, abbiamo che il polo nord e il polo sud si sono mossi di ben 25 centimetri.

Share on Facebook
Categoria: Curiosità
Pubblicato Venerdì, 08 Novembre 2013

Ecco il pianeta fratello della Terra

Si chiama Kepler-78b: fa troppo caldo per ospitare vita

Redazione Dubidoo venerdì 8 novembre 2013
Si chiama Kepler-78b, dista dalla Terra 700 anni luce. Ed è il pianeta più simle alla Terra stessa: ha massa e dimensioni simili, un nucleo di ferro e orbita attorno alla stella Kepler-78. Ha un unico neo: fa talmente tanto caldo che non potrebbe ospitare alcuna forma di vita. Ciò, perché dista solo un po' più di un milione di chilometri dalla sua stella, a tal punto che impiega 8,5 ore per fare la sua rivoluzione. 

Share on Facebook
Categoria: Curiosità
Pubblicato Mercoledì, 06 Novembre 2013

Eid al-Adha: l'Islam in festa

Scritto da Rosanna Pasta

Milioni di musulmani celebrano la festa del sacrificio

Rosanna Pasta mercoledì 6 novembre 2013
Eid al-Adha è la festa islamica celebrata ogni anno nel mese lunare di Dhū l Ḥijja (ottobre) e segna il termine dell' Hajj, il canonico pellegrinaggio alla Mecca, che ogni anno attira milioni di musulmani nella città santa. Può cadere il 10 di ottobre o nei tre giorni successivi e tutto il mondo islamico celebra questi "giorni della letizia" interrompendo ascesi e digiuni.

Viene chiamata "festa del sacrificio" perché la tradizione prevede che un capo di bestiame, ovino, caprino, bovino o camelide, venga ucciso in commemorazione del il sacrificio sostitutivo effettuato con un montone da Ibrāhīm (Abramo), del tutto obbediente alla richiesta divina di sacrificargli il figlio Ismā'il (Ismaele) prima di venire fermato dall'angelo. È quindi per eccellenza la festa della fede e della totale e indiscussa sottomissione a Dio (islām).

L'animale viene sgozzato per permettere a tutto il sangue di defluire, perché nella tradizione islamica è considerato impuro mangiarne. La carne viene poi divisa in tre parti: una viene consumata subito dalla famiglia, una viene conservata e l'ultima viene divisa tra le persone più povere. Per evitare di dare vita ad una vera e propria mattanza di dimensioni straordinarie, la carne viene macellata ritualmente in appositi stabilimenti da personale specializzato, in grado di lavorare la carne e conservarla, per inoltrarla poi nei paesi (islamici) che hanno sofferto di carestie o di danni bellici o che versino comunque in precarie condizioni economiche.

Il giorno di Eid al-Adha i musulmani si riuniscono in preghiera nelle piazze e nelle moschee. Per alcune scuole giuridiche islamiche è obbligatorio per i fedeli partecipare alla cerimonia. La preghiera, per la quale non c'è alcun richiamo, inizia quando il sole raggiunge l'altezza di una lancia all'orizzonte e finisce quando il sole raggiunge lo zenit. Durante la preghiera viene recitato per sette volte il takbir (Allah è grande) e si leggono alcune sure del Corano. Dopo la preghiera è il momento del sermone.

La festa è l'occasione per condividere il cibo con parenti e vicini e scambiarsi regali. È inoltre il momento in cui ogni musulmano dovrebbe fare beneficenza.

Share on Facebook
Categoria: Curiosità
Pubblicato Martedì, 05 Novembre 2013

Gli indiani su Marte

Parte oggi razzo a caccia di metano e di extraterrestri

Redazione Dubidoo martedì 5 novembre 2013
Gli indiani sbarcano su Marte. Non i pellerossa, però. Ma gli indiani dell'India. Oggi parte il loro primo razzo con una missione: cercare metano sul pianeta rosso. Perché? Se c'è metano nell'atmosfera potrebbero esserci state anche forme di vita primitive, magari proprio quando Marte aveva condizioni simili a quelle terrestri.

L'India tenta di superare gli Usa. Come? Già la sonda statunitense Curiosity ha cercato tracce di metano. Ma in un anno è riuscita a percorrere solo un chilometro sul suolo marziano.

Share on Facebook
FacebookTwitterRSS Feed

Sostieni Dubidoo. Dona almeno 10€

Importo:   EUR

DUBIDOO è una testata giornalistica ed un marchio regolarmente registrati - iscrizione al roc n°20112 - direttore responsabile: giampiero valenza
DUBIDOO è proprietà di magazzinidelcaos editori via di siena,14 castiglione della pescaia - loc. buriano [gr]
p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -